Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Resort Tenuta Poggio al Casone Toscana

    Resort Tenuta Poggio al Casone Toscana

    Ospitalità di Qualità Appartamenti di Charme Azienda Vinicola Vini Toscani Crespina Pisa Toscana Italia

  • Palazzo Tempi Chianti

    Palazzo Tempi Chianti

    Ospitalità di Qualità e Charme Relais Camere e Colazione Appartamenti esclusivi San Casciano in Val di Pesa Chianti Firenze Toscana...

  • Villa Armena Relais

    Villa Armena Relais

    Ospitalità di Lusso e Charme Resort Esclusivo Camere De Luxe Suite Benessere Ristorante Gastronomia Golf Club Buonconvento Siena...

  • Ristorante Taverna di Moranda

    Ristorante Taverna di Moranda

    ristorante tipico, cucina tipica toscana, vini toscani, Cucina italiana, Pienza, Toscana

  • Hotel Le Fontanelle Siena

    Hotel Le Fontanelle Siena

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Benessere e SPA Pianella Castelnuovo Berardenga Siena Toscana Italia

tu sei qui: Home Toscana Pisa e Val di Cecina Volterra

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Volterra

Descrizione

Situata tra le alte valli della Cecina e dell'Era, Volterra, celebre per l'estrazione e la lavorazione dell'alabastro, fu un fiorentissimo centro etrusco: stabilisti nella zona a partire dal VII secolo a.C., gli Etruschi vi fondano la città di Velathri, che dal IV secolo a.C. è circondata da un perimetro murario di ben sette chilometri di circonferenza. Velathri, all'interno della quale sono protetti oltre che gli abitanti anche le zone di pascolo e coltivazione, diventa una delle dodici Lucumonie della Lega Etrusca. Fu, poi, sottomessa ai Romani e ai Longobardi e nel 1361 passò sotto il dominio di Firenze.
Conserva un centro storico dalla notevole valenza artistica, ricco di testimonianze etrusche (la Porta dell'Arco e Porta Diana), rovine romane ed edifici medievali, tra cui spiccano la Cattedrale ed il Palazzo dei Priori.
La Cattedrale dell'Assunta risale al 1120, ma la sua attuale fisionomia esteriore è frutto di ulteriori lavori realizzati nei secoli successivi, dopo il passaggio di Volterra sotto il dominio fiorentino. La facciata è la parte del duomo che meglio rappresenta le epoche in cui si sono susseguiti all'opera numerosi artisti. L'interno, pur conservando nella struttura e nell'impianto la forma romanica a croce latina, a tre navate, per i continui rifacimenti avvenuti nel corso dei secoli, offre, in particolare sulla linea delle navate, un aspetto tardo-rinascimentale.
Il Battistero di San Giovanni, a pianta ottagonale, risale alla seconda metà del Duecento ed ha pareti decorate con la tipica bicromia romanica in marmi bianchi e verdi.
Palazzo dei Priori, nell'omonima piazza, fu edificato nel 1239 ed è sormontato da una torre pentagonale. All'interno sono conservate pregevoli opere d'arte oltre agli stemmi dei capitani fiorentini.
La Fortezza Medicea, costruita sul più alto ripiano del monte volterrano, è costituita da due corpi di fabbrica, la Rocca Antica e la Rocca Nuova, uniti insieme da una doppia cortina, coronata da un ballatoio sorretto da archetti pensili (bertesche) il cosiddetto Cammino di Ronda, mentre all'interno forma un vasto piazzale. Edificata ad uso militare fu, fin dall'inizio, utilizzata come carcere politico; nelle sue celle passarono sia gli oppositori dei Medici, sia i patrioti del Risorgimento Italiano.
In località Vallebuona, durante gli scavi degli anni Cinquanta, fu riportato alla luce un teatro romano, fatto costruire all'epoca di Augusto dalla famiglia Caecina, sulla falsa riga dello stile degli odeon greci.
Non possiamo non menzionare, poi, l'Acropoli di pian di castello e le Necropoli Etrusche, risalenti al V secolo a.C., scavate direttamente nel sabbione volterrano, quindi prive di decorazioni pittoriche e scultoree, ma non per questo prive di rilevanza storica ed artistica.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 32.918 volte.

Scegli la lingua

italiano

english