Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Toscana Pisa e Val di Cecina Calci

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Calci

Descrizione

A metà stada tra Lucca e Pisa, lungo il corso del torrente Zambra, sorge Calci, comune della provincia di Pisa il cui toponimo deriverebbe, con molta probabilità, dalle parole latine "calx" e "calcis", con riferimento alle abbondanti cave di pietra situate nei suoi dintorni. Il primo nucleo abitativo, di epoca romana, si chiama "Locus Calcis" e sorge proprio per avviare lo sfruttamento delle preziose risorse minerarie. La valle al centro della quale si sviluppa il borgo è presto disseminata di pievi, conventi, casolari e, anche per via dei suoi affascinanti oliveti e boschi di castagni, assume la denominazione di Valle Graziosa. Calci è stata da sempre fedele alla Repubblica Pisana e con essa trascinata nella disfatta del XVI secolo, con la conseguente annessione al Granducato di Toscana dominato dai Fiorentini.
La bellissima pieve di San Giovanni ed Ermolao, capolavoro del Romanico pisano, fu rimodernata ed ampliata nei primi anni del Seicento su progetto di Cosimo Pugliani. All'interno sono conservati pregevoli dipinti del pisano Aurelio Lomi, un dipinto su tavola di Cecco di Pietro ed un frammento di croce dipinta duecentesca.
La Certosa di Calci, al centro della Valle Graziosa, è uno dei complessi monastici più grandi della Toscana. Oggi è sede del Museo di Storia Natuarle e del Territorio. La Certosa viene fondata nel maggio del 1366 dall'Arcivescovo di Pisa Francesco Moricotti. L'attuale aspetto si deve però soprattutto ai lavori svolti tra il 1764 ed il 1797 dal priore Alfonso Maria Maggi, grazie al quale molti pittori vengono chiamati a decorare gli ambienti vecchi e nuovi con i loro affreschi.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 24.319 volte.

Scegli la lingua

italiano

english