Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Emilia Romagna Parma e Piacenza Montechiarugolo

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Montechiarugolo

Descrizione

E' un comune della provincia di Parma, sviluppatosi nel corso dei secoli attorno al suo principale monumento, il castello. L'area risulta interessata da insediamenti abitativi sin dal Paleolitico; nell'Età del Bronzo, come in larga parte della Pianura Padana, si diffuse la civiltà terremare - villaggi palafitticoli -. Si diffusero, poi, popolazioni Liguri di cultura villanoviana, scacciati dai Romani nel 187 a.C.. Il borgo si andò affermando in epoca altomedievale, tra il 900 e il 950, in seguito al disboscamento fattoe seguire dai monaci agostiniani dell'Abbazia di San Felicola. Il toponimo "Monticulus Rivulus" comincia a comparire a partire dal 1184. Passato sotto il controllo del Vescovo di Parma, fu dato in feudo a Guido Anselmo san vitale nel 1255. La dinastia dei San Vitale terminò con la conquista delle terre da parte dei Visconti che concessero in feudo Montechiarugolo al loro fido condottiero Guido Torelli, che ricostruì il castello e doto il paese di una massiccia cinta muraria. Dopo la morte di Pio Torelli per impiccagione nel 1612, il feudo passò alla Camera Ducale. Nel 1806 divenne comune autonomo e nel 1860 passò al Regno d'Italia.
Siti di interesse:
- il Castello, realizzato nelle forme attuali tardo-medievali da Guido Torelli, nel XV secolo, nei pressi delle primissime architetture difensive del borgo, risalenti a due secoli prima. Con l'avanzata dell'artiglieria, il Castello risultò essere quasi del tutto inefficace e fu trasformato in residenza signorile, lasciando, però, intatti all'esterno i caratteri militari. E' a pianta trapezoidale con la torre collocata sul lato ovest del cortile interno. E' tutt'ora di proprietà privata.
- il Palazzo Civico, risalente alla fine del XVI secolo e realizzato su un preesistente palazzo del XV secolo;
- la Chiesa di San Quintino ricostruita nei primi anni di questo secolo su progetto dell'architetto Camillo Uccelli, in costituzione della primitiva chiesa romanica risalente alla prima metà del 1200. Della vecchia chiesa rimane soltanto la parte absidale esterna e i locali adiacenti al Campanile che risalgono invece alla seconda metà del Seicento.
- il Convento di Santa Maria delle Grazie e l'oratorio del Romito.
- la Chiesa della frazione di Basilicagoiano, realizzata nel XVIII secolo, con paliotto in rame e organo seicentesco;
- i pochi resti dell'antico castello della frazione di Basilicanova;
- la seicentesca chiesa della frazione di Tortiano, in stile neoclassico;
- la Chiesa di San Donnino Martire, di cui si ha notizia sin dal 1230 in una pergamena delle Decime Vescovili. L'edificiio attuale risale alla seconda metà del XVIII secolo. All'interno sono custodite importanti opere sette-ottocentesche.
- lo stabilimento termale di Monticelli Terme.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 21.442 volte.

Scegli la lingua

italiano

english