Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Liguria Cinque Terre e Golfo dei Poeti Framura

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Framura

Descrizione

Comune in provincia di La Spezia, nella Riviera Ligure di Levante, si trova in un'insenatura nei pressi del monte Serro ed è inclusa dell'area protetta delle Cinque Terre. Si distingue per l'originalità della struttura, composto com'è da cinque piccole frazioni: Anzo, Ravecca, Setta, Costa e Castagnola che, collegate da una ripida scalinata, salgono dal mare verso l'entroterra tra pinete, vigne e scogliere verticali orlate dalla spuma del mare. I centri sono di una bellezza stupefacente con i loro piccoli vicoli, le imponenti sagome dei pini che si stagliano nel cielo, i fiori che creano qua e là meravigliose macchie di colore, le case tutte diverse le une dalle altre.
Il ritrovamento di reperti archeologici testimonia che i Liguri popolarono la zona già in tempi remoti. Il territorio vide diverse dominazioni: in epoca longobarda fu sotto il controllo dell'Abbazia di San Colombano, nel Medioevo della famiglia Da Passano. Nel XII secolo i Fieschi dei Lavagna si impossessarono del castello di Frascario, finché questo non tornò alla Repubblica di Genova. Le vicende storiche riguardanti Framura videro un'ulteriore fase nel passaggio del testimone alla famiglia dei Malaspina nell'amministrazione e controllo delle terre. Nel XII secolo fu inserito nei possedimenti della Repubblica di Genova e ne seguì le vicende fino alla conquista napoleonica, all'annessione nel Regno di Sardegna nel 1815, dopo il Congresso di Vienna, e nel Regno d'Italia a partire dal 1861.

Da vedere:

La parrocchiale di San Martino a Costa, edificata tra il X e l'XI secolo, fu monastero sotto il controllo dell'Abbazia di San Colombano. L'edificio si presenta estremamente semplice, addossato ad un'antica torre di guardia di epoca carolingia. Conserva un dipinto di Bernardo Strozzi.
La parrocchiale di San Lorenzo a Castagnola custodisce un dipinto raffigurante la Deposizione di Luca Cambiaso.
La torre di guardia genovese risalente al XV secolo a Setta, frazione sede del Municipio di Framura.
La torre di guardia genovese del XV secolo e la cappella di Nostra Signora della Neve ad Anzo.
La torre di guardia risalente al IX secolo nella frazione Costa.
L'orto botanico di Apicchi.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 12.737 volte.

Scegli la lingua

italiano

english