Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Liguria Riviera delle Palme Zuccarello

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Zuccarello

Descrizione

Centro in provincia di Savona, situato nella valle del torrente Neva, è un complesso medievale ove un unico perimetro di mura a pianta triangolare abbracciava il castello, posto in alto in cima alla collina. Sulla via principale, un tempo angusta, furono aperti lunghi porticati allo scopo di ampliare gli spazi creando scorci ad effetto estremamente suggestivo. Su questa strada, che taglia longitudinalmente Zuccarello, si affacciano edifici dalle facciate chiare, tra i quali i più antichi risalgono al XIII e XIV secolo e poche vie ripide e strette che conducono al castello. Di particolare pregio è il ponte a schiena d'asino risalente al Medioevo.
Fu fondato il 4 aprile del 1248 dai marchesi di Clavesana ed a causa della sua posizione fu spesso oggetto di contesa. Fu costruito dai suoi abitanti tra il Natale del 1248 ed il periodo natalizio dell'anno successivo. Da un antico documento si scopre l'esistenza di un insolito accordo che sanciva l'esclusione definitiva dal borgo, nonché l'obbligo del pagamento di una multa di ammontare diverso in base all'età per chi non avesse completato in tempo la propria abitazione. Tra il 1326 ed il 1335 fu ceduto alla famiglia dei Del Carretto, dal 1397 fu sede del marchesato locale ed ampliò i suoi domini annettendo villaggi e castelli. Nel 1567 un terzo del feudo ed in più il diritto di prelazione fu ceduto alla Repubblica di Genova; successivamente un'altra parte del feudo fu venduta ai Savoia, ne scaturì la cosiddetta guerra del sale che terminò con la"vittoria" dei Genovesi, i quali riscattarono completamente i possedimenti. Nel XVIII secolo, durante la guerra austriaca, il borgo fu difeso dai Genovesi contro gli attacchi dei Piemontesi; alla fine del secolo fu sede dei Francesi.

Da vedere:

Il castello edificato nel 1200 dai Del Carretto, che controllavano gran parte della Val Neva, per farne la loro roccaforte è oggi in rovina. Rimangono solo le strutture perimetrali, un torrione a pianta quadrata ed alcune finestre in stile gotico. Fu più volte restaurato, tra gli ultimi interventi quelli ordinati sul finire del XVIII secolo dal generale Massena delle truppe napoleoniche.
La chiesa parrocchiale di origine medievale ristrutturata nel XVII secolo. Il campanile conserva l'originario aspetto.
Il Sentiero di Ilaria che congiunge Zuccarello a Castelvecchio di Rocca Barbena. Il percorso, lungo tre chilometri, è inserito nel Parco culturale della Riviera Ligure delle Palme.
La Casa del Molino con nella facciata elementi del periodo tardo medievale.
Il teatro civico Quinzio Delfino.
Le porte: del Molino, Soprana o del Piemonte con la torre medievale, Porta Interiore, Porta del Ponte, Porta sul torrente Neva, Porta Sottana con torre medievale e Porta del Morto.
Il palazzo Marchionale nel centro storico presenta al suo interno numerosi affreschi. Qui nel 1459 si realizzò lo storico accordo tra il rappresentante del Regno di Francia e della Repubblica di Genova ed i marchesi Del Carretto per porre termine alle ostilità tra Genova ed il Marchesato di Finale.
L'oratorio di Santa Maria Nascente e San Carlo, costruito tra il XVII ed il XVIII secolo, conserva al suo interno un crocifisso del XV secolo.
La cappella di Sant'Antonio Abate con affreschi tardo medievali.
La chiesa di San Bartolomeo eretta nel XIII secolo, ma sulla data non c'è concordia.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 18.191 volte.

Scegli la lingua

italiano

english