Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Liguria Riviera delle Palme Varazze

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Varazze

Descrizione

Località turistico-balneare in provincia di Savona, situata in un'insenatura tra la Punta della Mola e la Punta della Aspera, Varazze offre un porto turistico all'avanguardia, lunghe spiagge di natura diversa, numerosi ed attrezzati stabilimenti balneari, una lunghissima passeggiata a mare ombreggiata da palme, un suggestivo centro storico risalente all'XI secolo. L'antico borgo murato possedeva cinque porte, giardini di limoni ed orti. Le nuove strade e l'ampliamento dell'abitato hanno modificato l'assetto originario. Rimangono tracce delle antiche mura che cingevano l'abitato solo dei tratti. Il vicino Parco naturale regionale del Beigua, la Passeggiata Europa, che unisce Varazze a Cogoleto, abbellita da rocce e macchia mediterranea, la cima dei piani d'Invrea che domina il paese ed il mare, sede di un piccolo menhir, sono meta di escursioni. Ad Alpicella è possibile visitare la mostra permanente di materiale archeologico con reperti di varie epoche.
Il centro fu edificato nei pressi della stazione romana Ad Navalia ed è menzionato per la prima volta in un documento ufficiale nel X secolo con il nome Varagine; famoso per la cantieristica navale, fu conteso da Genova e Savona e divenne possedimento dei Ponzone. Nel XIII secolo si costituì comune autonomo, in quello stesso periodo fu venduto a Genova e divenne podesteria ampliando il suo territorio. Seguì Genova ed ottenne la possibilità di possedere propri statuti; con la conquista napoleonica fu annesso al Primo Impero francese.

Da vedere:

La chiesa parrocchiale di Sant'Ambrogio, costruita durante il Medioevo, presenta una ricca facciata barocca con statue ed un campanile in stile gotico appartenente ad un preesistente edificio. Al suo interno un polittico di Barbagelata ed una tavola di Cambiaso.
La chiesa dei Santi Nazario e Celso risalente al Cinquecento con facciata più tarda.
La chiesa di Santa Maria di Latronorio risalente al XII secolo.
Il santuario di Santa Caterina da Siena del XVII secolo.
Il convento dei frati Cappuccini del Seicento.
La chiesa di San Domenico eretta su un preesistente edificio del XV secolo conserva un polittico del XVI secolo e pregevoli affreschi.
L'oratorio di San Bartolomeo custodisce un polittico del pittore Piaggio risalente al Cinquecento ed un'opera dello scultore Maragliano.
Il menhir sulla cima dei Piani d'Invrea.
La mostra archeologica nella frazione di Alpicella.
Le numerose chiese, cappelle e santuari nelle diverse frazioni.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 23.103 volte.

Scegli la lingua

italiano

english