Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Padova - Colli Euganei Vo'

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Vo'

Descrizione

Il toponimo deriva dal latino "vadum" (guado, porto fluviale). E' un comune in provincia di Padova, situato sui Colli Euganei, il cui territorio, comprendente il Monte Venda ed una vasta pianura che si estende fino al canale Bisatto, è ai confini con la provincia di Vicenza. L'abitato si caratterizza per la presenza di splendide ville. L'economia cittadina registra una voce importante nella produzione di vini Doc, quali il Merlot, il Cabernet, il Moscato.
Tanto i toponimi sia del paese che delle frazioni, quanto il ritrovamento in zona di reperti archeologici attestano che Vo' fu colonizzato dai Romani. Dissolto l'Impero di Roma, le terre che lo avevano formato rimasero senza guida e protezione, prede facili dei popoli invasori. Si hanno notizie documentate sull'abitato sin da prima dell'anno Mille, mentre durante il Medioevo due famiglie ebbero il controllo sul territorio: i Maltraversi ed i Da Vo'. Nel corso del XVII secolo la Repubblica di Venezia fece costruire l'abitato di Vo' Vecchio, l'originaria sede del Comune. Nei primi anni del Novecento gli uffici trovarono posto a Vo' Centro.

Da vedere:
La chiesa di Vo' Vecchio è una imponente struttura con facciata classicheggiante delineata da colonne, lesene e motivi ornamentali. È suddivisa in due parti, di cui quella superiore sembra svilupparsi dal timpano che rifinisce la facciata sottostante. Si elevano da questo quattro colonne, quelle esterne terminano con delle guglie, quelle all'interno sorreggono un piccolo timpano su cui si eleva una croce. Sui lati della chiesa si affacciano originali bifore. Il campanile, inglobato nella struttura, è in posizione laterale e leggermente arretrato rispetto alla facciata. Si ritrovano su di esso le stesse colonnine e gli stessi cornicioni della chiesa che lo suddividono in due parti distinte. Sulla cella campanaria si erge un tamburo movimentato da nicchie circolari e sormontato da una cuspide a forma di pomolo.
La chiesa di Cortela, con nicchie e cornici, ingloba un alto campanile a base quadrata.
La chiesa di Zovon dalla facciata classicheggiante con nicchie, statue e timpano.
La chiesa di Boccon.
Villa Ca' Morosini risalente al XIV secolo.
Villa Ca' Mariani del Seicento.
Villa Sceriman del XVI secolo.
Villa Venier del XVII secolo.
Il caratteristico centro storico.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 20.405 volte.

Scegli la lingua

italiano

english