Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Veneto Padova - Colli Euganei Lozzo Atestino

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Lozzo Atestino

Descrizione

Il toponimo si ritiene che provenga, per la prima parte, dal termine latino "luteus" (paludoso), sebbene vi sia chi sostiene la derivazione dalla gens romana dei Lucii o, ancora, da "lucus" (bosco sacro); la seconda parte, aggiunta solo nella seconda metà del XIX secolo, fa riferimento alla posizione occupata dal borgo, situato a non molta distanza da Este, (dal latino Ateste). Comune in provincia di Padova, posto nei pressi del Monte Lozzo, è immerso nel verde intenso dei Colli Euganei.
Dai reperti rinvenuti si evince la presenza umana in zona sin dalla Preistoria; l'arrivo dei coloni romani determinò la suddivisione del territorio in centurie e la costruzione di strade ed acquedotti, seguì la caduta di Roma e l'arrivo dei popoli barbarici con conseguenti saccheggi, distruzioni e stato di degrado. Nel periodo della dominazione longobarda Lozzo fu sottoposto a Vicenza e, successivamente, a Padova. Determinante per la rinascita del paese l'inserimento nel territorio della Repubblica di Venezia che garantì un periodo di stabilità, sviluppo e progresso. Il paese divenne luogo di villeggiatura dei ricchi mercanti e della nobiltà veneziana che edificarono numerose ed eleganti ville, visibili ancora oggi.

Da vedere:

La chiesa arcipretale, in stile neoclassico, fu edificata sui resti di una preesistente costruzione risalente al XIII secolo. Presenta una sola navata ed un colonnato semicircolare nell'abside. Nel XX secolo sono stati aggiunti il pronao ed una scala a due rampe. Accanto si trova il massiccio campanile di forma ottagonale, alto ben 45 metri ed interamente costruito in pietra viva.
La vecchia chiesa di Valbona, un tempo oratorio di proprietà dei Veneziano Lando, oggi è un auditorium.
La chiesa del Redentore, situata nella frazione di Chiavicone, è una pieve campestre edificata nel 1795.
Il castello di Valbona, un imponente fortino a pianta rettangolare, edificato all'inizio del XIII secolo, fu ambito da Padovani, Veronesi e Vicentini finendo danneggiato più di una volta. Oggi è sede di un ristorante.
Villa Lando Correr, di epoca settecentesca, dotata di barchesse e parco.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 19.068 volte.

Scegli la lingua

italiano

english