Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Molise Entroterra Molisano San Felice del Molise

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

San Felice del Molise

Descrizione

Il toponimo, variato più volte nel corso degli anni, onora il santo patrono. La seconda parte, che lo distingue da centri omonimi, è stata aggiunta recentemente. Comune in provincia di Campobasso, situato su un colle in posizione dominante le valli circostanti, grazie alla sua collocazione privilegiata, gode di una splendida vista che spazia dalle Isole Tremiti al Gargano, dal Monte Mauro fino al vicino Abruzzo dal quale è diviso dal fiume Trigno. L'area circostante è coltivata prevalentemente ad oliveti e viti. Suggestivo il centro storico con le sue case in pietra ed i vicoli stretti ed ombreggiati. È uno dei tre comuni molisani abitati da una minoranza croata.
L'area fu colpita da un violento terremoto nella seconda metà del XV secolo e poco più tardi da un'epidemia di peste che ne determinò lo spopolamento. Fortunatamente in epoca successiva la zona fu scelta da gruppi di origine croata come luogo in cui stabilirsi. Questo popolo, attaccato dai Turchi, fu costretto ad abbandonare i Balcani ed a rifugiarsi in Italia. San Felice si è lentamente e progressivamente popolato a partire dal XVI secolo. Ancora oggi la sua gente conserva intatti gli originari usi e costumi.

Da vedere:

La chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, costruita intorno al XIII secolo, fu ampliata nel corso del Cinquecento e modificata negli anni successivi. L'edificio, dall'aspetto contemporaneamente semplice e robusto, è in pietra ed è affiancato da un campanile a base quadrata caratterizzato da un arco posto proprio sotto la sua base, aperto recentemente per consentire di giungere in maniera più agevole all'edificio. La cella campanaria è dotata di lunghe finestre ogivali, in cima un tamburo, anch'esso con finestre ad ogiva, sormontato da una cuspide.
La cappella di San Felice Papa, dedicata al patrono, fu costruita con molta probabilità nell'XI secolo. Situata a distanza dal centro del paese, è in pietra con tetto a capanna. La facciata è interrotta solo da una finestra che sovrasta il portale, quest'ultimo si presenta impreziosito da una cornice, che crea quasi un timpano, e da due pietre: su una è scolpita una frase scritta con caratteri indecifrabili, su un'altra è rappresentato un uomo con la barba, forse San Felice.
Il palazzo Ducale è un possente edificio in pietra edificato in epoca cinquecentesca.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 32.870 volte.

Scegli la lingua

italiano

english