Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Villa Eva Ravello

    Villa Eva Ravello

    Villa di Charme Eventi Ricevimenti Matrimoni Exclusive Resort Ravello Costa d'Amalfi Salerno Campania Italia

  • Hotel Hermitage Costa Cilentana

    Hotel Hermitage Costa Cilentana

    Ospitalità di Qualità Albergo 4 Stelle Ristorante Piscina San Marco di Castellabate Costa Cilentana Salerno Campania Italia

  • Hotel Pietra di Luna Maiori

    Hotel Pietra di Luna Maiori

    Ospitalità di Qualità Albergo 4 Stelle Centro Congressi Piscine Maiori Costiera Amalfitana Riviera di Napoli Sorrento Amalfi Salerno...

  • Bella Baia Glamping Campeggio

    Bella Baia Glamping Campeggio

    Maiori Turismo in Tenda, Campeggio, Camping in Costiera Amalfitana Maiori Salerno Campania Italia

  • Ceramiche Casola

    Ceramiche Casola

    ceramica positanese, piatti, vasi, oggetti in ceramica, pietra lavica smaltata, Costiera Amalfitana, Scala, Positano

tu sei qui: Home Molise Entroterra Molisano Oratino

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Oratino

Descrizione

Il toponimo per taluni deriverebbe dal latino "lauretum" (piccolo bosco di alloro), per altri, invece, dal greco con il significato di luogo panoramico. Comune in provincia di Campobasso, situato nei pressi della valle del Biferno, Oratino fu probabilmente fondato dai Normanni: le prime notizie documentate circa l'esistenza del borgo risalgono alla metà del XIII secolo, nel periodo in cui fu sotto gli Angioini. Nel corso della sua storia ha visto succedersi diversi feudatari, tra cui, a partire dal XIII secolo, i d'Ardicourt, i di Lando, Pietro di Sus, i d'Evoli, i Gambatesa, i di Capua; fu venduto ai baroni Rizzo di Napoli, poi passò per via ereditaria ai Caracciolo. Seguì il dominio dei Coscia, dei di Silva. Nella prima metà del XVII secolo fu venduto al duca Vitaliano, poi a Giuseppe Giordano, un uomo di lettere. Durante il suo governo gli edifici cittadini furono abbelliti dal lavoro di diversi abili artisti locali che ancora oggi rende unico questo comune del Molise. L'antico abitato situato a valle fu abbandonato a causa di un disastroso sisma avvenuto nel XV secolo; da allora la popolazione si concentrò nel punto in cui si trova ancora oggi il paese.

Da vedere:
La chiesa di Santa Maria Assunta, situata nel centro storico, era esistente già nel XIII secolo. E'un edificio estremamente semplice affiancato da una massiccia torre campanaria. Conserva un affresco settecentesco del Brunetti, un ostensorio in argento risalente all'Ottocento.
La chiesa di Santa Maria di Loreto, con facciata settecentesca, presenta opere dei fratelli Brunetti, custodisce due statue: una raffigurante la Madonna del Rosario di epoca seicentesca, opera del Latessa, l'altra raffigurante Sant'Antonio Abate realizzata nel Settecento da Nicola Giovannitti.
Palazzo Giordano, risalente al Quattrocento, ha subito diverse modifiche.
La torre, situata su uno sperone di roccia non distante dal centro, è la testimonianza di un castello medievale con annesso borgo perito a seguito di un disastroso sisma avvenuto nella seconda metà del XV secolo. La struttura, molto suggestiva, si presenta a base quadrata con un'altezza di circa 12 metri.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 20.047 volte.

Scegli la lingua

italiano

english