Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Trentino Alto Adige Merano e dintorni Merano

I più visitati in Merano

  • Castello Rametz Vini Trentino

    La Storia La storica tenuta di Castello Rametz viene menzionata già nel 1227 come possedimento significativo nel campo della viticoltura, ed è dal 1860 che per la prima volta in Alto Adige viene coltivata la vite del Pinot Nero. Qui, fin dal 1860, trovarono...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Merano

Descrizione

Rinomata località termale della provincia di Bolzano, Merano è la seconda città dell'Alto Adige. Grazie alla sua felice posizione geografica, al centro di una ridente conca, all'imbocco della Val Venosta, della Val Passiria e della Val d'Adige, la cittadina gode di un clima particolarmente mite, protetta dai venti freddi, oltre ad un incantevole panorama alpino.
Il toponimo è documentato per la prima volta nell'857.
Antico insediamento romano, in epoca tardo-antica divenne un "castrum" fortificato (castrum Maiense), nella cui cappella furono sepolti i corpi di San Valentino di Rezia e San Corbiniano di Frisinga. Registrò un decisivo incremento economico e commerciale nel corso del XIII secolo, sotto la giurisdizione dei conti di Tirolo; tuttavia, con il trasferimento della sede economica ad Innsbruck nel 1420, la città perse gran parte del suo potere, sebbene continuasse ad essere la capitale della contea del Tirolo.
Nel XIX secolo, complice anche gli effetti benefici e terapeutici delle acque termali e del clima salubre, si incrementò notevolmente l'industria turistica, richiamando qui anche illustri personaggi del mondo politico e culturale, come la principessa Sissi, moglie dell'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe, e lo scrittore Franz Kafka.
Oltre al nuovissimo impianto termale, Merano offre una molteplicità di attrazioni, in grado di soddisfare ogni possibile richiesta del turista che giunge qui per rilassarsi o per praticare sport: dall'ippodromo Maia ai campi di Golf, dalle interessanti escursioni al comprensorio sciistico Merano 2000.
Siti di interesse:
- Kurhaus, elegante edificio in stile liberty, inaugurato nel 1874, simbolo della Merano termale; è tuttora la sede privilegiata per balli, spettacoli e conferenze, grazie alla sua posizione privilegiata.
- il suggestivo centro storico e la Via dei Portici, quest'ultima costruita nel XIII secolo da Mainardo II, conte di Tirolo, è la strada commerciale meranese per eccellenza, fiancheggiata da palazzi di epoche diverse, perfettamente conservati.
- il Castello Principesco, situato al centro di Merano, realizzato nella seconda metà del XV secolo dal duce Sigismondo d'Austria. Ricco di arredi e suppellettili di epoca rinascimentale e tardo-gotica, è un interessantissimo esempio di residenza signorile dell'epoca.
- i Giardini di Castel Trauttmansdorff, riconosciuto nel 2005 "Giardino più bello d'Italia", e che circonda per dodici ettari il Castello, residenza invernale dell'Imperatrice Sissi.
- gli altri castelli della zona (le rovine della c.d. Polveriera, Castel Goyen, Castel Kallmünz, Castel Katzenstein, Castel Knillenberg, Castel Labers, Castello Pflanzenstein, Castel Pienzenau, Castello Planta, Castello Rametz, Castel Reichenbach, Castel Rottenstein, Castello di San Zeno, Castel Winkel, Castel Trauttmansdorff).
- il Duomo di San Nicolò, uno de primi esempi di architettura gotica del Tirolo, affiancato da un campanile alto 83 metri;
- la cappella di Santa Barbara, a pianta ottagonale, in stile gotico;
- la parrocchiale di San Vigilio, già esistente nel XII secolo, sebbene abbia subito ampliamenti e rimaneggiamenti nei secoli successivi;
- la Chiesa con annesso convento dei cappuccini di San Massimiliano;
- la Chiesetta di San Valentino;
- la sinagoga;
- il c.d. Ponte Romano, sul torrente Passirio, costruito nel 1616 in sostituzione di un preesistente in legno;
- il Ponte della Posta, splendido esempio di stile liberty, risalente ai primissimi anni del Novecento;
- il nuovissimo impianto termale, situato lungo la sponda sinistra del torrente Passirio;
- il Museo Civico;
- il Teatro Puccini;
- il Museo Ebraico;
- il Museo del Vino;
- il Museo del Turismo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 94.085 volte.

Scegli la lingua

italiano

english