Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Puglia Terra di Bari e Murge Bitetto

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Bitetto

Descrizione

Situata sul primo gradino delle Murge, Bitetto sorge in un'area abitata sin dal IV sec. a.C., come testimonia il ritrovamento nella zona di alcuni corredi funerari, anche se il primo documento storico risale al 959, riportante l'impegno degli abitanti a pagare un censo annuo all'arcivescovo di Bari.
In epoca normanna Federico II stornò una parte del territorio della città per cederlo alla nascente Altamura, in cui si stabilirono numerosi bitettesi. Sotto gli Angioini divenne uno dei centri più ricchi e floridi della Terra di Bari.
La città decadde definitivamente intorno alla metà del sec. XVI, a causa di una grave epidemia di peste. Fu sede vescovile dal IX secolo al 1818.
Mirabile esempio di romanico pugliese, la Cattedrale di San Michele Arcangelo è sorta tra la fine dell'XI e gli inizi del XII secolo. Il corpo centrale è a croce latina mentre le cappelle e la torre campanaria sono del Settecento. Notevoli la statua in argento raffigurante l'Arcangelo Michele in trionfo, di scuola napoletana, ed il settecentesco altare maggiore in marmo policromo.
Il Santuario del Beato Giacomo risale al 1432 quando papa Eugenio IV autorizzò la costruzione di una chiesa ed un convento per accogliere una comunità di frati Minori Osservanti. Il convento, sorto anch'esso nel 1432, custodisce al suo interno le spoglie del Beato Giacomo Illirico, morto nel 1580 in odore di santità. Negli spazi del Convento, precisamente in quelle che erano le cucine e le celle dei Frati, si trova oggi il Museo della Devozione e del Lavoro, in cui si raccolgono oggetti della tradizione. La chiesa è a tre navate con volta a botte e finestre barocche.
Interessanti anche il Palazzo baronale, il Sedile, il caratteristico centro storico, gli imponenti palazzi Ottocenteschi che accolgono il visitatore che da Bari giunge a Bitetto, in origine appartenenti ad un unico complesso di proprietà della famiglia Abruzzese, suddiviso, in seguito, con la costruzione della strada. Ricordiamo, infine, il Convento di Santa Chiara (1616), la Chiesa di San Domenico (1598), la Chiesa di San Rocco (1760), la Chiesa di San Giuseppe, la Chiesa di Santa Maria Maddalena (XIII secolo), la Chiesa di Santa Maria La Veterana (anteriore all'anno Mille) e la Cappella della Benedetta, il cui culto è legato al fatto che vi si recava spesso in preghiera il Beato Giacomo Illirico.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 23.967 volte.

Scegli la lingua

italiano

english