Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Sicilia Costa orientale siciliana Siracusa

Strutture

I più visitati in Siracusa

  • Agriturismo Villa dei Papiri Siracusa

    Nella Riserva Naturale del fiume Ciane & Saline L'Agriturismo Villa dei Papiri è un'antica masseria siciliana del XIX secolo, ha un'estensione di 13 ettari con piantagioni di Limoni (il femminiello siracusano) e Aranci (mori, tarocchi comuni e nocellari),...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Siracusa

Descrizione

Città sul mare, già definita da Cicerone "la più bella tra le città greche" e dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità insieme alla necropoli rupestre di Pantalica, Siracusa è dotata di un porto naturale ed è attualmente divisa tra una parte vecchia, Ortigia, ed una parte nuova di recente espansione. La città vecchia, che insiste su un isolotto, mostra immediatamente il fascino di un luogo che ha visto succedersi e stratificarsi, in oltre tremila anni di storia, espressioni importanti delle maggiori civiltà del Mediterraneo. Il toponimo deriva dal siculo Syraca, abbondanza d'acqua, per la presenza di numerosi corsi d'acqua, nonché di una zona paludosa. La fama di Siracusa è senza dubbio legata alla sua storia greca, colonia fondata nell'VIII sec. a.C. che eguagliò la madrepatria in potenza, ricchezza e splendore artistico. Di tale periodo restano il Teatro Greco, uno dei più importanti dell'antichità, interamente scavato nella roccia sfruttando, così, la naturale pendenza del monte Temenite, l'Orecchio di Dionisio, suggestiva cava artificiale il cui nome le fu dato nel Seicento da Caravaggio, l'Ara di Ierone II, un'immenso altare sacrificale lungo circa 200 metri, il tempio di Apollo, il Tempio di Zeus, di cui restano solo due colonne, ed il Castello Eurialo, voluto da Dionisio I, tiranno della città. Siracusa, inoltre, fu anche la patria del grande matematico Archimede. Del successivo periodo romano, invece, restano l'Anfiteatro, tra i più grandi in Italia, il Ginnasio (I sec. d.C.) e la rete di catacombe, la più estesa dopo Roma. Dopo la caduta dell'Impero Romano, come tutte le altre città dell'isola, fu conquistata da Bizantini, Arabi, Normanni, Svevi e Spagnoli. Il Duomo, impiantato sull'antico Athenaion dorico del V sec a.C., presenta il prospetto barocco eretto tra il 1728 e il 1754. L'interno, diviso in tre navate e cappelle laterali, mostra diversi stili architettonici, dal bizantino al barocco. Il pavimento policromo risale al XV secolo e nel 1518 la navata centrale fu coperta da un soffitto ligneo tutt'ora esistente. Il campanile, invece, fu innalzato nel XVI secolo. La Chiesa di Santa Lucia al Sepolcro, di epoca normanna con successivi rimaneggiamenti, fu costruita per contenere le spoglie della Santa siracusana, attualmente custodite a Venezia, e conserva la preziosa tela del Caravaggio raffigurante il "Seppellimento di Santa Lucia" (1608) nonché la colonna dove la Santa fu martirizzata. La fonte Arethusa è una sorgente di acqua dolce nel cuore di Ortigia, legata al mito di Aretusa ed Alfeo e che nei secoli ha affascinato poeti del calibro di Pindaro, Ovidio, Virgilio, D'Annunzio, John Milton e Alexander Pope. All'interno della pozza cresce rigoglioso il papiro, unico esempio di specie autoctona e selvaggia in Europa. Menzioniamo, ancora, la Chiesa di San Filippo Neri, dalla sobria facciata, la Chiesa dello Spirito Santo, Palazzo Impellizzeri, Palazzo Vermexio, Palazzo Greco, Palazzo Beneventano, Palazzo Monforte, Palazzo Bongiovanni, Palazzo Gargallo, Palazzo del Senato (nel cui cortile è custodita una carrozza del Senato del XVIII secolo) ed il Bagno Ebraico (Miqwe), il più antico d'Europa.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 66.573 volte.

Scegli la lingua

italiano

english