Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Lazio Roma e dintorni Monte Porzio Catone

Strutture

I più visitati in Monte Porzio Catone

  • Cantina Cerquetta Vini Laziali

    Alle pendici dei Colli Tuscolani, nel cuore della più prestigiosa zona di produzione del Frascati, si erge austero il Casale Cerquetta, testimone e simbolo di un'attività bicentenaria. Qui, nel comune di Monteporzio Catone, Vincenzo Ciuffa prosegue la...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Monte Porzio Catone

Vista - View Monumento al Garibaldino Rovine dell'anfiteatro - Tuscolo

Vista - View

Monumento al Garibaldino

Rovine dell'anfiteatro - Tuscolo

Descrizione

Comune della provincia di Roma, confinante con l capitale, Monte Porzio Catone è situato nell'area dei castelli Romani, lungo le pendici dei Colli Albani. Il toponimo richiama chiaramente alla gens Porcia, di cui Catone il Censore ne fu l'esponente più famoso. Località prescelta dai nobili romani per le loro ville suburbane, nel corso del Medioevo gravitò nell'orbita dei possedimenti del Monastero di San Paolo fuori le Mura; in seguito passò agli Annibaldi, agli Altemps e dei Borghese, seguendo le varie vicissitudini storiche legate alle suddette famiglie.
Siti di interesse:
- i resti dell'antica città latina di Tusculum, posta sulla sommità di un'altura tra l'antica Via Latina e l'antica Via Labicana, sul ciglio della grande caldera del vulcano laziale;
- Villa Vecchia, Villa Parisi e Villa Mondragone, facenti parte delle 12 Ville Tuscolane, realizzate dalla nobiltà cardinalizia a partire dal Cinquecento;
- l'Osservatorio Astronomico, realizzato sui resti della villa romana di Matidia, stretta partente dell'imperatore Adriano;
- la Chiesa di San Gregorio Magno, realizzata nel 1666 da Carlo Rainaldi e commissionata dalla famiglia Borghese. La facciata è a doppio ordine di lesene, in pietra sperone, con capitelli dorici e ionici, alternata a specchiature in piccoli mattoncini, ed è coronata da un frontone triangolare contenente un grande stemma marmoreo. Al centro si apre il portale d'ingresso (sormontato dalla scritta: DIVO GREGORIO MAGNO DICATUM - Dedicato a San Gregorio Magno), con frontone ricurvo, cui corrisponde, nell'ordine superiore, una grande e luminosa finestra rettangolare con cornice sagomata. Ai lati della facciata, leggermente arretrati, sono i due campanili con orologio e cella campanaria.
- il seicentesco Eremo Tuscolano di Camaldoli, fondato dalla Congregazione degli Eremiti Camaldolesi di Monte Corona.
- il Barco Borghese, una spianata rettangolare di quasi due ettari, recintata con un alto muro alla fine del '500 dal Cardinale Altemps (proprietario di villa Mondragone). La grande fontana di tufo al centro vi fu collocata in seguito dai Borghese.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 37.079 volte.

Scegli la lingua

italiano

english