Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Emilia Romagna Ferrara e Forlì-Cesena Civitella di Romagna

Strutture

I più visitati in Civitella di Romagna

  • Poderi Dal Nespoli Vini Romagna

    La geografia è stata generosa con la Romagna e gli amanti del buon bere. In questa terra gli inverni sono miti e la primavera giunge presto. Le torride giornate estive sono temperate dalle brezze marittime mentre la luce del sole, riflessa dalle acque...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Civitella di Romagna

Descrizione

Interessante borgo medievale della provincia di Forlì-Cesena, Civitella di Romagna è situato sulla destra del fiume Ronco-Bidente, alle falde del colle Girone. Fino al 1891 era capitale di tre comuni: Civitella, Predappio e Mortano.
Il toponimo ha chiare origini romane, "Civitatula" (piccola città, cittadella).
E' menzionato per la prima volta in un documento del 996 come possedimento della Chiesa di Ravenna; successivamente divenne feudo dei conti di Giaggiolo, dei Manfredi di Faenza, dei Malatesta (1462), di Napoleone Orsini e dei veneziani del duca di Urbino. Nel XV secolo fu assorbito nello Stato Pontificio.
Siti di interesse:
- i resti del castello di Civitella, in particolare la torre in stile gotico con orologio installato nel 1842 che ha sostituito il precedente, menzionato sin dal 1554.
- il Santuario della Beata Vergine della Suasia, costruito con le offerte dei fedeli nel 1556 su progetto dell'architetto Fiorentino Zenobio Lastricati;
- la Chiesa di Santa Maria in Borgo, all'esterno dell'antico castello, al cui interno, oltre a preziosi dipinti del XVIII secolo, è conservata anche un'acquasantiera dell'XI secolo, ricavata da un capitello romano.
- l'Oratorio di San Filippo Neri, piccola chiesetta con quadro di autore ignoto raffigurante il Santo;
- la Chiesa del Castello o di Sant'Antonio, la più antica del paese, risalente al XVII secolo, con pregevoli decorazioni in stile barocco.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 26.709 volte.

Carrello Contatti

Clicca sull'icona del carrello per creare una lista di strutture da contattare.

Scegli la lingua

italiano

english