Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Toscana Lucca e Versilia Borgo a Mozzano

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Borgo a Mozzano

Ponte del Diavolo - Devil's Bridge

Ponte del Diavolo - Devil's Bridge

Descrizione

Comune della provincia di Lucca, situate nella media Valle del Serchia, lungo le ultime propaggini delle Alpi Apuane, Borgo a Mozzano è un grazioso centro di origini romane. Menzionato per la prima volta in un documento dell'879, fu feudo della potente famiglia longobarda dei Suffredinghi; entrata nell'orbita della Repubblica di Lucca, nel 1272 fu sede di una podesteria. Nel Cinquecento diventa capoluogo di Vicaria e, con l'incorporazione di Cerreto inferiore, iniziò il processo di formazione del comune e della parrocchia. Con Napoleone furono abolite le Vicarie e Borgo a Mozzano divenne capitale del cantone degli Appennini. Seguirono i Borboni (1817), il Granducato di Toscana (1847) e l'annessione al Regno d'Italia nel 1860.
Siti di interesse:
- il Ponte della Maddalena, anche detto Ponte del diavolo, simbolo di Borgo a Mozzano, realizzato nel Trecento sul fiume Serchia per volontà di Matilde di Canossa. Si presenta a tre arcate asimmetriche e deve il suo nome ad una leggenda molto popolare: il costruttore, non riuscendo ad innalzare l'arco maggiore per completare la struttura, chiese l'aiuto del diavolo, il quale pretese in cambio l'anima del primo che avesse attraversato il ponte. Il costruttore, una volta completato il ponte, lo fece attraversare da un cane ed il diavolo, ingannato, scomparve nelle acque del Serchia.
- la Chiesa di San Rocco, risalente al 1527, sebbene la fisionomia attuale sia frutto di un rifacimento del 1791. All'interno fanno bella mostra di sé gli affreschi di Luigi Ademollo, una tavola cinquecentesca raffigurante i Santi Rocco e Sebastiano, nonché un organo dell'Ottocento.
- la Chiesa di San Jacopo, nata come fortificazione a guardia della Via Clodia, al tempo di Matilde di Canossa. Ricchissima di opere d'arte, l'interno si presenta a tre navate con colonne doriche in pietra di Cardoso;
- il cinquecentesco Convento dei Francescani;
- il Palazzo del Municipio, al cui interno è stato allestito un piccolo museo che espone reperti archeologici, tra cui una tomba ligure;
- la Biblioteca Comunale.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 33.561 volte.

Scegli la lingua

italiano

english