Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Valle d'Aosta Monte Bianco - La Thuile Morgex

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Morgex

Descrizione

Il toponimo deriva dal nome proprio di persona latino Mauricus. Alle falde meridionali del Monte Cormet, Morgex è il cuore della Valdigne, perchè sin dai tempi più remoti, grazie anche alla particolare posizione geografica, fu centro vitale della vita amministrativa della Valle del Monte Bianco. Si trova in un'incantevole piana circondata da monti, tra cui il Monte Crammont e la Grivola, alberi, prevalentemente abeti, pini e larici, boschi e vigneti, dai quali si ricava l'ottimo Blanc de Morgex et de La Salle. Numerose sono le frazioni facenti parte del territorio comunale, alcune sparse sul fondovalle, altre incastonate sui monti. Da Morgex è possibile raggiungere i laghi alpini di Arpy, Licony e Pietra rossa, oltre alle località di Courmayeur e La Thuile per dedicarsi allo sci. L'abitato è ricco di storia con i suoi edifici di origine medievale e le dimore nobiliari.
I primi abitanti della Valdigne furono i Salassi, cacciatori e guerrieri esperti, fieri difensori della propria libertà che, dopo moltissimi anni di resistenza, dovettero arrendersi e soccombere ai Romani, desiderosi di estendere i loro domini su una regione di importanza fondamentale per i traffici. Dopo i Romani subì, per la sua particolare posizione, numerose e violente invasioni barbariche. Per Morgex fu fondamentale il dominio dei Conti di Savoia che garantirono stabilità e lo tennero al riparo dalle continue guerre caratterizzanti la storia di quel periodo. Fu sede della mistralia della Valdigne che comprendeva Courmayeur, Morgex, Prè-Saint-Didier, La Thuile, La Salle fino al Passo del Piccolo San Bernardo. Nell'ottobre del 1318 il Duca Amedeo V concesse al comune l'indipendenza, dichiarandolo Ville Libre. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu sede di un folto gruppo di persone che si attivò per la liberazione.

Da vedere:

La parrocchiale di Santa Maria Assunta. Alcune fondamenta ed il campanile testimoniano che l'edificio risale al XII secolo, quest'ultimo presenta una cuspide ricoperta di rame e sovrastata da una croce. Nel Quattrocento, tanto la chiesa quanto il campanile, furono oggetto di restauro. Tra gli elementi più antichi una finestra ad arco ed il portale d'ingresso.
La cappella del Dailley, dedicata a Santa Margherita, esisteva già nel 1640, fu restaurata nel 1834.
La cappella del Lavancher, dedicata a Sant'Anna, fu costruita nella seconda metà del XVII secolo e ricostruita nel 1820.
La cappella del Villair dedicata a San Rocco. In origine esistevano due cappelle, nel 1759 fu ricostruita quella attuale.
La cappella di La Ruine dedicata a Maria Regina della Val d'Aosta.
La cappella del Liarey, dedicata a San Pietro e a Nostra Signora della Pietà, fu costruita nella seconda metà del Seicento.
La cappella di Licony interamente costruita nella roccia.
La cappella di Arpy dedicata alla Madonna della Neve. Originariamente vi era solo un oratorio con la statua della Vergine, poi sostituito nel 1733 da una vera e propria cappella ingrandita successivamente. Il 5 agosto, in onore della festa del Santo Patrono, vi si svolge una processione che da Morgex sale fino ad Arpy.
La Tour de l'Archet. Fu costruita verso il 998 e sopraelevata solo pochi decenni dopo, accanto alla prima struttura fu edificata una prima cinta muraria, ancora dopo altri corpi di fabbrica furono aggiunti all'interno del cortile. E'possibile che ci fosse una seconda cinta muraria, più grande rispetto alla precedente. L'edificio periodicamente ha ospitato il Conte di Savoia.
Il castello Pascal di La Ruine.
La casa forte Bozel del Villair.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 22.445 volte.

Scegli la lingua

italiano

english