Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Ristorante Pascalò

    Ristorante Pascalò

    Gastronomia di Qualità Arte in Tavola Cucina Marinara Vietri sul Mare Riviera di Napoli Salerno Costiera Amalfitana Campania Italia

  • Amalfi Coast Exclusive Car Service

    Amalfi Coast Exclusive Car Service

    Minivan Transfer taxi rome Firenze Positano Amalfi Ravello Sorrento Pompei Ercolano Costiera Amalfitana escursioni trasporti servizi...

  • Hotel Le Fontanelle Siena

    Hotel Le Fontanelle Siena

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Benessere e SPA Pianella Castelnuovo Berardenga Siena Toscana Italia

  • Boat Service Amalfi Coast

    Boat Service Amalfi Coast

    noleggio imbarcazioni, ormeggio imbarcazioni, rimessa nautica, parcheggio auto

  • Hotel Rufolo Ravello

    Hotel Rufolo Ravello

    Ospitalità di Qualità Albergo 4 Stelle di Charme Piscina Ristorante Centro Benessere Ravello Costa di Amalfi Riviera di Napoli...

tu sei qui: Home Valle d'Aosta La Porta della Vallée Donnas

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Donnas

Descrizione

Sul toponimo non si registra concordia: potrebbe, infatti, derivare dal nome di persona Donnus o Donatus o dal latino "donax" (varietà di castagno tipico della zona). Si estende su entrambe le sponde della Dora Baltea, diviso in due parrocchie: sulla sinistra l'antico borgo medievale, sulla destra il più vasto abitato di Vert, che per quasi un secolo, tra il Seicento ed il Settecento erano distinti anche dal punto di vista amministrativo, costituendo due comuni diversi. Il territorio comunale è composto da numerosissime frazioni e confina con Pont Saint Martin, Pontboset, Perloz, Hone, Bard ed Arnad. Oltre ai tipici prodotti gastronomici, come la mocetta, offre l'ottimo vino Doc Val d'Aosta Donnas ottenuto dalle uve Picoutener.
Il ritrovamento di incisioni su roccia e massi coppellati dimostrano che la zona fu abitata sin dai tempi più remoti. I Romani hanno lasciato tracce importanti: un tratto della Via delle Gallie, lungo circa 200 metri, scavato in una roccia a strapiombo, un arco alto e spesso quattro metri, che in passato fungeva da porta dell'antico borgo che veniva chiusa durante la notte.
Dal Medioevo al XIX secolo la storia di Donnas fu condivisa dagli altri comuni della regione, caratterizzata da lotte tra le famiglie feudali e tra queste ed i Savoia.

Da vedere:

La chiesa di San Pietro in Vincoli, costruita a partire dal 1828 in luogo di un edificio sacro precedente già presente nel 1277. Dell'antico edificio rimane probabilmente un bassorilievo presente attualmente sul muro del campanile. Il portale della facciata e la decorazione interna sono opera dei valsesiani Francesco e Lorenzo Avondo. La chiesa è composta da tre navate suddivise da pilastri , conserva l'altare maggiore in marmo policromo sormontato da grande baldacchino e quattro altari laterali, un dipinto di Avondo del 1832 raffigurante i santi Apollonia, Lucia, Orso e Pantaleone, alle pareti del coro due quadri risalenti al periodo tra il Seicento ed il Settecento, il pulpito decorato da pannelli intagliati raffiguranti episodi della vita di San Pietro.
La cappella di Sant'Orso, situata all'estremità occidentale del borgo medievale, fu ricostruita nel XVII secolo.
La cappella di San Rocco in frazione Martorey, fondata nel 1663 e restaurata nel 1762, la facciata è decorata da un affresco di Pier Carlo Nomaglio raffigurante la Madonna, San Rocco e San Grato risalente al 1862.
La cappella del Sacro Cuore risalente al 1898.
La cappella di Bondon dedicata allo sposalizio della Vergine.
La cappella di Albard con facciata datata anno 1756.
La cappella dedicata alla Trasfigurazione di Nostro Signore nell'alpeggio di Verale, fondata nel 1753.
La Via romana delle Gallie all'entrata del borgo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 14.326 volte.

Scegli la lingua

italiano

english