Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

  • Hotel La Posta Vecchia Ladispoli

    Hotel La Posta Vecchia Ladispoli

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Luxury Resort Benessere Health & Beauty Club Ladispoli Roma Lazio Italia

  • MAMA Shelter Roma

    MAMA Shelter Roma

    Hotel Roma, Ospitalità di Qualità, Business, Città Eterna

  • Palazzo Manfredi Roma

    Palazzo Manfredi Roma

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Ristorante esclusivo vista Colosseo Roma Lazio Italia

  • Al Valico Relax

    Al Valico Relax

    Casa Vacanze, affittacamere, ospitalità di qualità, Tramonti in Costiera Amalfitana Salerno Campania Italia

  • Hotel Villa Ducale Taormina

    Hotel Villa Ducale Taormina

    Ospitalità di Charme Albergo 4 Stelle Camere e Colazione Boutique Hotel Taormina Sicilia Italia

tu sei qui: Home Lazio Litorale romano Cerveteri

Strutture

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Cerveteri

Descrizione

Città costiera della provincia di Roma, Cerveteri fu interessata da stabili insediamenti abitativi sin dal IX secolo a.C., come dimostra il rinvenimento di necropoli risalenti a quel periodo. Fondata secondo la tradizione dai Pelasgi, mitica popolazione di origine greca, il centro etrusco di Kaisra (Agylla, per i Greci, e Caere, per i Romani), grazie agli intensi scambi commerciali con Greci e Fenici, a partire dall'VI secolo a.C. vide accrescere notevolmente la sua importanza, documentato non solo dalla crescita dell'abitato e dall'estensione delle necropoli, ma anche dalla ricchezza dei santuari e del porto di Pyrgi (l'attuale Santa Severa). Gli ottimi rapporti politici e commerciali con Cartagine, portarono le due città ad essere alleate contro i Focesi nella battaglia del Mar Sardo. A partire dal III secolo a.C. Cerveteri strinse alleanze con Roma, tanto da accogliere nel 390 a.C. le Vestali, durante l'invasione gallica.
La storia medievale di Cerveteri è molto meno ricca di avvenimenti, rispetto a quella antica: dopo le distruzioni barbariche, in seguito alla caduta dell'Impero Romano, l'area conobbe una fase di progressivo spopolamento, a causa dei frequenti attacchi di pirati saraceni. Solo nel Cinquecento, quando divenne parte del principato della famiglia Ruspoli, si ebbe una rinascita del centro.
Il toponimo deriva dal latino "Caere Vetus", per distinguere la città da "Caere Novum" (l'attuale frazione di Ceri).
Siti di interesse:
- la necropoli della Banditaccia dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità nel 2004, è composta da circa 400 sepolture che coprono un arco temporale che va dall'VIII al II secolo a.C.. Simbolo della necropoli è, senza dubbio, la Tomba dei Rilievi, ipogeo gentilizio del IV secolo a.C. appartenuto alla famiglia Matuna, caratterizzato dalla presenza di stucchi in rilievo che riproducono oggetti di uso quotidiano e figure di demoni;
- i grandi tumuli esterni al recinto della Banditaccia, tra cui spiccano la Tomba degli Scudi e delle Sedie (VI secolo a.C.), la Tomba dei Tarquinii (IV-III secolo a.C.) e la Tomba delle Cinque Sedie (VII secolo a.C.);
- le aree funerarie del Sorbo, di Ripa Sant'Angelo e di Monte Abatone;
- la Rocca, situata nel cuore della Cerveteri medievale, è quel che rimane di un'antica torre di avvistamento a pianta circolare, dalla quale si poteva tenere sotto controllo una buona porzione i terra e di mare;
- Palazzo Ruspoli, la cui attuale sistemazione si deve alla famiglia Orsini che nel corso del Cinquecento acquisì il feudo;
- le c.d. Case Grifoni (XVI secolo), destinate agli affittuari della famiglia Ruspoli;
- la fontana del mascherone (1881), in piazza Risorgimento, caratterizzata da un mascherone e due animali marini ai lati che gettano acqua nella vasca sottostante;
- il Granarone, fatto costruire dalla famiglia Ruspoli tra il XVII ed il XVIII secolo, era utilizzato come deposito di cereali ricevuti in pagamento dagli affittuari del latifondo;
- la Chiesa di Santa Maria Maggiore, l'edificio religioso più importante della città, costituito da una chiesa antica in stile romanico, risalente all'anno Mille, ed una moderna che si innesta sulla prima, risalente agli anni Cinquanta del Novecento;
- la Chiesa di Sant'Antonio Abate, a tre navate, risalente all'anno Mille;
- la Chiesa della Madonna dei Canneti, santuario mariano settecentesco, in stile barocco;
- la Chiesa di San Michele Arcangelo, realizzata nel Quattrocento dai Padri Agostiniani;
- il Museo di Villa Giulia, ricavato all'interno della Villa di proprietà di papa Giulio III, raccoglie ed espone materiale etrusco proveniente sia da campagne di scavi che da collezioni private. Menzioniamo, ad esempio, il famoso Sarcofago degli Sposi, il gruppo scultoreo con Apollo, Eracle ed Hermes, le lamine auree di Pyrgi;
- il Museo Nazionale Cerite, all'interno del castello Ruspoli, espone numerosi reperti etruschi portati alla luce durante le campagne di scavi.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 45.271 volte.

Scegli la lingua

italiano

english