Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Trentino Alto Adige Rovereto, Vallagarina, Altopiano di Brentonico Ala

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Ala

Descrizione

In provincia di Trento, Ala (Alla o Ah lan der Etsch in tedesco) è il centro più importante della Vallagarina, nel Trentino meridionale, allo sbocco della Valbona e della Val di Ronchi. Per la sua posizione strategica, Ala ha da sempre ricoperto un importante ruolo sia economico che militare, essendo situato lungo le più importanti arterie di comunicazione tra l'Europa ed il Mediterraneo.
In merito all'origine del toponimo si registrano due tesi, entrambe fondate storicamente: la prima ritiene derivi da un'"ala" dell'esercito romano, stanziatasi in zona; la seconda, invece, dal tedesco "hall" (magazzino).
Di origini romane, nel corso del Medioevo il borgo cominciò ad assumere una sua fisionomia urbanistica, procedendo, inoltre, anche alla costruzione di torri difensive (bastie) e porte d'ingresso alla città. Nel Cinquecento si sviluppò la coltivazione del gelso ed il conseguente allevamento di bachi da seta mentre, nel corso del secolo successivo, si incrementò la produzione di velluto, destinato soprattutto al mercato europeo. L'arte della seta e dei velluti modificò la città, facendone un centro economica di primaria importanza, richiamando nuovi abitanti e sollecitando trasformazioni sostanziali sia a livello urbano, sia in un ambito culturale ed artistico. Tra il Seicento ed il Settecento, complice la ricchezza economica ed il fervore culturale, la città si abbellì di nuovi e sontuose opere, palazzi nobiliari e capolavori architettonici.
Le attività commerciali legate alla seta entrarono in crisi nella seconda metà del XIX secolo, in concomitanza con l'avvio dei lavori per la realizzazione della ferrovia del Brennero.
Siti di interesse:
- la Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, situata su una collina sopraelevata rispetto al centro storico;
- la Chiesa di San Giovanni, nella piazza principale;
- il santuario di San Valentino;
- la Chiesa dei Frati Cappuccini;
- i Palazzi de' Pizzini, due costruzioni appartenute alla famiglia Pizzini: il più antico dei due, risalente al XVII secolo, ospita il Museo del Pianoforte Antico e l'Accademia Internazionale di interpretazione musicale su strumenti antichi; il secondo, invece, è un mirabile esempio di architettura barocca che annovera, tra i suoi illustri ospiti, Francesco I e Maria Teresa d'Austria e Mozart.
- Palazzo Angelini, di impianto Seicentesco, sebbene la struttura originaria risalga al Quattrocento;
- Palazzo de' Gresti, interessante esempio di architettura tardo-barocca, sede della giurisdizione civile del Vicariato e residenza del Capitano di Giustizia tra il '600 ed il '700.
- Palazzo Zanderighi, che ospitò San Carlo Borromeo nel 1565;
- Palazzo Taddei (XVII secolo), risalente al periodo veneziano.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 32.207 volte.

Scegli la lingua

italiano

english