Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Hotel Le Fontanelle Siena

    Hotel Le Fontanelle Siena

    Ospitalità di Lusso e Charme Albergo 5 Stelle Benessere e SPA Pianella Castelnuovo Berardenga Siena Toscana Italia

  • Villa I Barronci Chianti

    Villa I Barronci Chianti

    Luxury Resort Ospitalità di Qualità Villa di Charme Country Resort Hotel Agriturismo Chianti Firenze Toscana Italia

  • Palazzo Tempi Chianti

    Palazzo Tempi Chianti

    Ospitalità di Qualità e Charme Relais Camere e Colazione Appartamenti esclusivi San Casciano in Val di Pesa Chianti Firenze Toscana...

  • Villa Armena Relais

    Villa Armena Relais

    Ospitalità di Lusso e Charme Resort Esclusivo Camere De Luxe Suite Benessere Ristorante Gastronomia Golf Club Buonconvento Siena...

  • Athenaeum Personal Hotel Firenze

    Athenaeum Personal Hotel Firenze

    Ospitalità di Qualità Albergo 4 Stelle Bar Ristorante Congressi Firenze Toscana Italia

tu sei qui: Home Toscana Chianti Castelnuovo Berardenga Aziende Vinicole Borgo Scopeto Vini ed Ospitalità

I più visitati in Castelnuovo Berardenga

  • Castello Di Bossi Chianti Classico

    Il Castello di Bossi si trova nella parte meridionale del Chianti Classico nel comune di Castelnuovo Berardenga. La zona si distingue per i vini di struttura diversa dal resto del Chianti Classico. Infatti, a Castelnuovo Berardenga la struttura e il corpo...

  • Canonica a Cerreto Vini ed Ospitalità

    Attorno al 1000 i Canonici del Duomo di Siena decidono di fondare una nuova abbazia e scelgono una collina molto panoramica in un grande bosco di cerri, non lontana dalla città. Nasce Canonica a Cerreto. Nel '700 la Curia di Siena decide di riprendersi...

  • Borgo Scopeto Vini ed Ospitalità

    Le prime notizie di Scopeto, come borgo rurale fortificato, risalgono all'inizio dell'anno 1000, quando il complesso ed i territori agricoli circostanti appartenevano all'episcopato senese. Il nome Scopeto è certamente da attribuire alla presenza, nella...

  • Cantina San Felice Chianti

    Il progetto Definire l'Agricola San Felice come "progetto" vuol dire connotarla come qualcosa di più che una semplice azienda produttiva, rendendo anche ragione delle molteplici articolazioni delle sue attività. In particolare, da quando è entrata a far...

  • Tenuta di Arceno Vini Toscana

    Situata in Toscana, i vini della Tenuta di Arceno fanno parte della categoria Rosso di Toscana. I nostri vigneti sono situati su colline rocciose che circondano la proprietà ad un altitudine compresa tra i 300 e i 450 metri. La composizione del suolo...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Borgo Scopeto Vini ed Ospitalità

Agriturismo Vacanze Produzione Vino Qualità Castelnuovo Berardenga Siena Toscana Italia

Contatti

Castelnuovo Berardenga Vagliagli +39 0577 322729 +39 0577 322564

Descrizione

Le prime notizie di Scopeto, come borgo rurale fortificato, risalgono all'inizio dell'anno 1000, quando il complesso ed i territori agricoli circostanti appartenevano all'episcopato senese.

Il nome Scopeto è certamente da attribuire alla presenza, nella zona, di boschi di Erica Scoparia, un arbusto utilizzato nella fabbricazione di scope e ramazze.

Del 1200 è la bella torre in pietra a pianta quadrata, utilizzata come punto di avvistamento difensivo, che all'origine era affiancata da diverse altre strutture fortificate.

Agli inizi del 1300 la famiglia Sozzini, illustre dinastia senese, ne ottiene dal clero la proprietà, che manterrà senza interruzioni per oltre cinque secoli.

La fattoria, con l'insediamento dei nuovi proprietari diventa un fiorente centro agricolo, presto convertito alla coltivazione della vite da vino e, contemporaneamente, luogo di ritrovo di umanisti, artisti, letterati. I Sozzini si interessano a studi di teologia, ospitano religiosi dissidenti e, per un lungo periodo, devono affrontare accuse di eresia dalla curia di Siena.

La proprietà cresce tuttavia in estensione ed importanza. Gli edifici fortificati lasciano il posto ad una grande villa, a cui si aggiungono le abitazioni dei fattori e dei contadini, configurando un assetto di strutture che è quello attuale.

La famiglia Sozzini, che mantiene la proprietà fino alla metà del XIX secolo, sviluppa una produzione vinicola di una certa importanza, ma solo in tempi più recenti Borgo Scopeto affina la qualità ed inizia ad imbottigliare i propri vini. È con la vendemmia 1990 che appare sul mercato un Chianti Classico con l'etichetta Borgo Scopeto.

L'AZIENDA

Borgo Scopeto è un'Azienda Agricola che si estende su un territorio di 503 ettari, situati nel Comune senese di Castelnuovo Berardenga, ad una altitudine compresa tra i 350 e i 420 metri, prevalentemente situato su rocce argillo-marnose, interessate da elementi arenacei legati con calcari.

La superficie dell'Azienda è attualmente destinata a vigneto per circa 67 ettari, a oliveto per 50 ettari.

I fabbricati e le costruzioni rurali occupano 6 ettari, mentre i restanti 350 ettari sono boschivi.

La parte più interessante del borgo, costituito da dimore signorili con eleganti giardini e numerosi edifici anticamente destinati ad attività artigianali e rurali, risale all'età medioevale, ed è ricca di testimonianze architettoniche e artistiche delle varie epoche successive.

Tutti gli edifici che costituiscono il nucleo storico centrale del Borgo sono stati completamente restaurati con un'attenta opera di restauro conservativo riutilizzando materiali d'epoca condotta da specialisti. L'insieme delle costruzioni più importanti è destinato ad ospitare una struttura alberghiera, il Relais, di alto livello qualitativo, inserita nel contesto ambientale senza alterarne il pregio architettonico originale e la particolare atmosfera.

La superficie vitata di Borgo Scopeto è di 70 ettari, di cui 40 a Chianti Classico costituiti da cloni differenziati di Sangiovese. Non mancano altri vitigni, tra cui Cabernet Sauvignon, Syrah, Merlot.

La resa di uva per ettaro è mediamente di Q.li. 50/60.

I vigneti dell'azienda Borgo Scopeto si trovano ad un'altitudine compresa tra i 360 e i 420 mt slm. e la loro esposizione è in prevalenza verso sud, sud-ovest.

I terreni sono quelli tipici del territorio chiantigiano: sabbiosi con pietrosità di tipo arenaceo e franco argillosi.

Tra i differenti vigneti presenti in azienda merita attenzione la Vigna Misciano: si trova infatti a più di 400 mt slm con una esposizione verso sud est.

I vitigni che posano su un terreno argilloso con pietrosità evidente sono per lo più Sangiovese (90%), Syrah e Canaiolo (10%).

Il Sangiovese della Vigna Misciano, data la sua particolarità, è utilizzato per produrre il nostro Chianti Classico Riserva Vigna Misciano.

Borgo Scopeto è situata in terreni ideali per una enologia di qualità. A questa predisposizione naturale, si affianca una filosofia produttiva che tende a realizzare vini in cui prevalga la personalità dei vitigni e le caratteristiche dei terreni dove sono coltivati. Così, accanto a prodotti di più affermata tipicità, come il Chianti Classico, sono proposti vini di moderno respiro internazionale, come Borgonero.

La cantina di Borgo Scopeto, rinnovata ed ampliata nel corso degli ultimi anni, è dotata delle più moderne tecnologie di vinificazione.

La cantina di vinificazione è composta di 50 vasche in acciaio inox con una capacitè che varia dagli 11 ai 260 ettolitri, per un totale di 7000 ettolitri.

L'affinamento/invecchiamento dei nostri vini avviene in botti di rovere di Slavonia da 30 ettolitri ed in tonneaux in rovere francese da 300 litri.

Ogni locale per l'invecchiamento è dotato di controllo automatico della temperatura ambientale e di un umidificatore che mantiene costante l'umidità durante tutto l'anno.

A tutto questo si aggiunge una moderna linea di imbottigliamento dotata delle più avanzate tecnologie al fine di garantire la massima sicurezza igienica e che ci permette di mantenere costante il livello qualitativo dall'inizio del processo fino alla messa in bottiglia.

Successivamente il prodotto così imbottigliato sosterà, per un periodo variabile in funzione della tipologia del vino, in un locale termocondizionato, in posizione coricata, al fine di completare il processo di affinamento prima della messa in commercio.

La vendemmia

La vendemmia inizia solitamente nella terza settimana di settembre.

La raccolta viene effettuata in prevalenza manualmente. L'uva viene trasportata alla cantina mediante appositi carrelli e lì inizia il processo di trasformazione tramite una pigiadiraspatura di tipo soffice e trasferita nei serbatoi dove verrà fatta iniziare la fermentazione.

La fermentazione dura di media dai 7 ai 10 giorni per il Chianti Classico, fino a 15 ed oltre per i vini destinati a Riserva.

Durante questo periodo vengono fatti rimontaggi all'aria in una prima fase per favorire l'attivazione e la moltiplicazione dei lieviti, rimontaggi in assenza di ossigeno nelle fasi successive, intervallati da dei "delestage", una tecnica che favorisce una maggiore estrazione di tannini e sostanze coloranti e che permette di poter rompere periodicamente il cappello di vinaccia formatosi per effetto della fermentazione alcolica.

Quando il processo di trasformazione degli zuccheri in alcool e la relativa macerazione sono arrivate a completamento si procede alla "svinatura", ovvero alla separazione fisica del mosto fiore dalla parte solida costituita da bucce e vinaccioli.

Quest'ultima fase detta di pressatura consente di estrarre tramite una spremitura di tipo soffice la parte liquida residua, e viene effettuata con una moderna pressa a membrana. Le vinacce esauste così ottenute verranno inviate immediatamente in distilleria per la produzione della nostra grappa. Il vino fiore così ottenuto viene successivamente mantenuto ad una temperatura di circa 25 °C al fine di facilitare la fermentazione malolattica, ovvero la trasformazione dell'acido malico in acido lattico.

Successivamente si operano travasi di sfecciatura, ovvero di separazione dalle parti solide precipitate per effetto di una decantazione naturale. Segue immediatamente il trasferimento in botte o in tonneaux in funzione della tipologia di vino.

Durante le fasi suddette un quotidiano ed assiduo controllo da parte dell'enologo e dello staff tecnico, permettono di poter individuare fin dall'inizio le tipologie dei nostri vini e controllarne l'evoluzione in funzione della qualità.

Mappa

La pagina web di questa struttura è stata visitata 40.615 volte.

Scegli la lingua

italiano

english