Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Toscana Chianti Castellina in Chianti Enoteche Rocca delle Macìe Vini Toscani

I più visitati in Castellina in Chianti

  • Rocca delle Macìe Vini Toscani

    Rocca delle Macìe è un'azienda giovane e dinamica che in poco più di un quarto di secolo è riuscita ad affermarsi come una delle realtà più importanti e significative nel panorama della viticoltura toscana. Nasce nel 1973 quando Italo Zingarelli decide...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Rocca delle Macìe Vini Toscani

Produzione Vino Qualità Sangiovese Cabernet Merlot Canaiolo Syrah Cabernet Sauvignon Müller Thurgau Chardonnay Trebbiano Pinot Grigio Castellina in Chianti Siena Toscana Italia

Contatti

Castellina in Chianti loc. Le Macìe 45 +39 0577 7321 +39 0577 743150

Descrizione

Rocca delle Macìe è un'azienda giovane e dinamica che in poco più di un quarto di secolo è riuscita ad affermarsi come una delle realtà più importanti e significative nel panorama della viticoltura toscana.

Nasce nel 1973 quando Italo Zingarelli decide di coronare il sogno della sua vita acquistando la tenuta "Le Macìe" -- circa 85ha di cui solo due coltivati a vigneto-- per dare vita ad un'azienda vitivinicola nel cuore del Chianti Classico.

Nel 1978 la prima vendemmia firmata Rocca delle Macìe viene immessa sul mercato, nazionale ed estero, ottenendo subito largo consenso tra il pubblico.

L'amore e la passione per la terra toscana vengono tramandate da Italo ai figli Fabio, Sandra e Sergio. Nel 1985, infatti, Sergio inizia a lavorare con il padre occupandosi della rete distributiva mondiale e poi, dal 1989, affiancato dalla moglie Daniela, assume la guida dell' azienda. Da allora, Sergio, consolida e sviluppa l'azienda paterna imponendola definitivamente all'attenzione mondiale con vini che ottengono numerosi riconoscimenti sia in Italia che all'estero. Pochi anni dopo l'arrivo di Sergio a Rocca delle Macìe, anche la sorella Sandra inizia a lavorare a fianco del fratello seguendo nella sede romana dell'azienda il mercato di Roma e del Lazio e occupandosi delle pubbliche relazioni e dei contatti con la stampa.

Oggi Rocca delle Macìe dispone di circa 600ha di cui oltre 200 coltivati a vigneto e 80 ad oliveto, suddivisi tra le sei tenute di proprietà: Le Macìe, Sant'Alfonso, Fizzano e le Tavolelle nella zona del Chianti Classico, Campomaccione e Casamaria in Maremma nella zona del Morellino di Scansano.

La storia di Rocca delle Macìe è sempre stata caratterizzata da un solido rapporto con il territorio da un lato e dall'innovazione e la ricerca volte al miglioramento della qualità dall'altro.

I suoi successi si fondano innanzitutto su un accurato lavoro nel vigneto con basse rese per ettaro, potatura verde e defogliazione eseguite durante i mesi estivi e una vendemmia fatta da sempre a mano e guidata da personale esperto.

Il team di enologi e cantinieri danno continuità al lavoro fatto in vigna nelle cantine, ampliate e rimodernate nel corso degli anni e che oggi sono dotate di avanzate tecniche di fermentazione per il controllo dei mosti e di moderni vasi vinari per la maturazione e l'affinamento.

Nell'ottica di un costante rinnovamento per gestire al meglio la produzione e interpretare le esigenze del consumatore, nel 2002 l'azienda, all'interno della Tenuta "Le Tavolelle", inizia i lavori per la realizzazione di una nuova cantina per la maturazione di una pregiata selezione di vini rossi. Si tratta di una modernissima barricaia con nuovi e avanzati sistemi di gestione che ha la capacità di accogliere quasi 1000 barriques.

Poco dopo la tenuta "Le Macìe", Italo acquistò e sottopose a restauro la vicina fattoria di Sant'Alfonso.

Oggi dei 125ha che compongono la proprietà , 45ha sono piantati a vigneto e circa 15ha ad oliveto.

Nei terreni di questa tenuta il Sangiovese ha un ruolo da protagonista; infatti la composizione dei terreni, più ricchi in argilla e più poveri in scheletro rispetto agli altri, unita a specifici cloni di Sangiovese utilizzati, favoriscono una maturazione ottimale dei grappoli con maggiore concentrazione di polifenoli e di sostanze aromatiche.

Da queste uve viene infatti prodotto uno dei prestigiosi Cru dell'azienda con Sangiovese in purezza: il Chianti Classico Tenuta Sant'Alfonso.

Il 1984 è l'anno in cui la famiglia Zingarelli decide di acquistare la fattoria di Fizzano costituita da un borgo risalente all' XI secolo e da circa 61ha di terreno in piccola parte già vitato e considerato fin da allora particolarmente vocato per la viticoltura.

Oggi la proprietà è costituita da circa 35ha di vigneto altamente specializzato e 15 ha di oliveto per la produzione di un pregiato olio extravergine d'oliva prodotto nel frantoio aziendale all'interno del borgo.

Dagli edifici del borgo è stato ricavato anche uno splendido Relais centro dell'ospitalità di Rocca delle Macìe.

Infine nel 1998, per migliorare e diversificare la base produttiva, viene acquistata la tenuta Le Tavolelle, 22ha di terreno di cui 16ha coltivati prevalentemente a Sangiovese. All'interno di quest'ultima proprietà ha sede anche una nuova cantina per la maturazione di prestigiose selezioni di vini rossi.

Nel 1998 la famiglia Zingarelli, spinta da una lungimirante filosofia imprenditoriale, approda in Maremma, per esplorare una zona dove la tradizione vitivinicola ha radici antichissime.

Così all'interno della Doc del Morellino di Scansano Rocca delle Macìe acquista la tenuta Campomaccione, 80 ha destinati alla coltivazione di Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah con moderni impianti di 6000 ceppi per ettaro.

I terreni asciutti e collinari, uniti al clima caldo e tendenzialmente siccitoso della zona, favoriscono la buona maturazione delle uve, mentre l'aria salmastra, proveniente dal mare, è fondamentale per lo sviluppo di peculiari caratteristiche aromatiche che vengono trasferite dalle uve al vino.

Da questa tenuta prende il nome il Morellino di Scansano Campomaccione, primo vino dell'azienda proveniente dagli investimenti fatti nella provincia di Grosseto.

Nel 2003 poi una nuova proprietà va a rafforzare la partecipazione di Rocca delle Macìe nella zona di Scansano con l'acquisto della Fattoria Casamaria. Si tratta di 67 ha di terreno di cui 15 già messi a dimora.

Proprio in quest'ultima tenuta sono stati impiantati i primi ettari di uve Vermentino che hanno dato vita al secondo vino prodotto in questa zona: l'Occhio a Vento.

Questa terra assolata e baciata dal mare con le sue potenzialità ha dato e darà grandi risultati ad un'azienda che, come Rocca delle Macìe, si propone come obbietivo il miglioramento costante della qualità nel rispetto del territorio dove opera.

Per portare in alto un'idea è necessaria la volontà di realizzarla.

La nostra scelta commerciale è sempre stata quella di servire solamente la ristorazione e le enoteche in Italia e in tutto il mondo, di proporre dei vini la cui qualità e affidabilità corrispondessero e crescessero sempre di pari passo con l'organizzazione e la professionalità dell'azienda.

Il nostro credo è che la semplicità e l'autenticità del rapporto con i nostri clienti sia un requisito indispensabile per poter affrontare qualsiasi tipo di collaborazione.

La nostra convinzione è che le aziende crescono e si migliorano solo attraverso il continuo confronto col mercato e la perseveranza nel perseguire i propri obiettivi.

Mappa

La pagina web di questa struttura è stata visitata 29.998 volte.

Scegli la lingua

italiano

english