Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Trentino Alto Adige Val di Sole, Pejo e Rabbi Rabbi

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Rabbi

Descrizione

Comune della provincia di Trento, situato nella valle omonima, laterale alla Val di Sole, il territorio di Rabbi è in gran parte compreso nel Parco Nazionale dello Stelvio, attraversato dal torrente Rabbies che a Malè si immette nel torrente Noce. E' una località alpina molto pittoresca, caratterizzata da ampi pascoli, vegetazione spontanea e fitti boschi, malghe, masi e tipiche abitazioni rurali in pietra autoctona. Per la sua variegata offerta turistica, permette di essere apprezzata in ogni periodo dell'anno: mentre in estate, infatti, è possibile effettuare passeggiate lungo i sentieri montani e la natura incontaminata per Parco, in inverno, invece, gli appassionati della neve potranno affrontare entusiasmanti escursioni con gli sci d'alpinismo e con le racchette da neve o tentare l'arrampicata su ghiaccio sulle cascate di Valorz.
In località Bagni di Rabbi, inoltre, sgorgano due sorgenti d'acqua termale ferruginosa: l'Antica Fonte, conosciuta sin dal Seicento, e la Fonte Nuova, scoperta nel 1846. Le proprietà terapeutiche e curative di queste acque richiamarono nell'Ottocento numerosi esponenti della nobiltà imperiale austriaca.
Inizialmente abitata solo durante i mesi estivi, per consentire l'alpeggio del bestiame, la valle fu abitata in maniera stabile solo a partire dal XIV secolo.
Attrazioni:
- la Chiesa di San Giovanni Nepomuceno a Piazzola;
- la Chiesa di Sant'Anna, a Rabbi Fonti;
- la Chiesa della Madonna di Caravaggio a Pracorno;
- la Chiesa di San Bernardo, nella frazione omonima, edificata nella metà del XX secolo;
- il complesso termale;
- il Museo delle Tradizioni Casearie, adibito in un vecchio caseificio restaurato in località Somrabbi;
- il molino Ruatti, antico mulino ottocentesco recentemente restaurato ed adibito a museo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 16.013 volte.

Scegli la lingua

italiano

english