Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Campania Costiera Amalfitana Erchie (Maiori)

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Erchie (Maiori)

Erchie di Maiori

Erchie di Maiori

Descrizione

Lungo la SS 163 "Amalfitana", giungendo da Salerno, subito dopo aver attraversato Cetara, all'altezza del vallone di San Nicola, si scorge il pittoresco borgo di Erchie, frazione del comune di Maiori. Con appena un centinaio di residenti, Erchie ha antiche origini marinare: secondo la tradizione fu fondata dal dio Ercole che si fermò ai piedi del Monte Falerzio. Nel corso del Medioevo, grazie alla presenza sul suo territorio della potente Abbazia Benedettina di Santa Maria de Irchi, usufruì del diritto di godere della decima parte del pescato della zona (ius piscariae). Successivamente l'Abbazia fu rasa a suolo da una tempesta violenta e, sulle sue macerie, fu costruita l'attuale Chiesa di Santa Maria Assunta, in stile rinascimentale a tre navate.
La graziosa spiaggetta è dominata, sul lato orientale, da un'imponente bastione quadrangolare di origine medievale, fatto costruire da Carlo I d'Angiò nel 1278.
Piccole casette bianche aggrappate alla roccia, vicoli stretti, il profumo dei limoni che dai terrazzamenti circostanti raggiunge ogni angolo della borgata, la spiaggia ciottolosa, la fresca brezza marina ed un mare cristallino: tutti i tratti caratteristici della Costa d'Amalfi racchiusi in pochi kmq a breve distanza da Maiori.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 364.612 volte.

Scegli la lingua

italiano

english