Locali d'Autore

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Locali d'Autore

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

 

italiano

tu sei qui: Home Sardegna Arcipelago de La Maddalena Santo Stefano

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Santo Stefano

Descrizione

Isola in provincia di Olbia-Tempio, situata al largo della Costa Smeralda, ha una superficie di 3 chilometri quadrati ed è quasi del tutto disabitata. A metà strada tra Palau e La Maddalena, è meta di turisti grazie anche alla presenza di uno stabilimento balneare a Cala Fumata e di un villaggio turistico. Santo Stefano fa parte dell'Arcipelago della Maddalena, composto da circa sessanta tra isole ed isolotti, caratterizzati da una natura incontaminata e da flora e fauna intatte. Sono stati preservati per la scarsa presenza umana e perchè dal 1996 l'Arcipelago della Maddalena è Parco Nazionale.
Santo Stefano è l'unica isola su cui sono state rinvenute tracce di insediamenti di epoca preistorica, risalenti al 2500-2000 a.C. Sicuramente nel periodo della colonizzazione romana queste isole acquisirono importanza perchè situate sulla rotta seguita dalle navi dirette a Porto Torres e Marsiglia. Furono citate da Plinio il Vecchio che le definì "Insulae Cunicularie". Durante l'epoca medievale, probabilmente a causa delle incursioni dei pirati, l'arcipelago rimase disabitato. Solo nel Cinquecento si ripopolò, in quanto vi si stabilirono famiglie di pastori provenienti dalla Corsica. Dominio sabaudo, fu attaccato nel 1793 dalle truppe francesi che ivi furono sconfitte.

Da vedere:

La fortezza di Santo Stefano fu edificata alla fine del XVIII secolo. E'conosciuta come fortezza di Napoleone perchè nel 1793 fu da lui conquistata e da quel punto strategico partì l'attacco francese alla Maddalena.
Il Porto della Madonna, uno specchio d'acqua tra Santa Maria, Razzoli e Budelli, caratterizzato da colori straordinari. E'un'incantevole piscina naturale.
Il Museo Archeologico Navale alla Maddalena ospita, tra i tanti reperti, i resti di una nave romana.
Il Museo di Garibaldi a Caprera.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 34.768 volte.

Scegli la lingua

italiano

english