Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Toscana Arezzo e Val di Chiana aretina San Giovanni Valdarno

Strutture

Visita una località navigando tramite il menù a sinistra. In ogni zona d'Italia potrai successivamente scegliere le strutture turistiche d'eccellenza che ti proponiamo.

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

San Giovanni Valdarno

Piazza

Piazza

Descrizione

Situata lungo le sponde del fiume Arno, San Giovanni Valdarno si è sviluppata lungo la via di comunicazione Arezzo-Firenze. Il borgo nacque già in epoca medievale ed in un atto del 1300 si fa menzione di un centro chiamato San Giovanni in Altura, col significato di San Giovanni di sopra. Solo successivamente la località assunse l'attuale denominazione.
Città natale del Massaccio, che ivi nacque il 21 dicembre 1401, si articola attorno alla piazza principale, Piazza Masaccio, sulla quale si affacciano la maggior parte dei principali edifici cittadini. A cominciare dal Palazzo Pretorio, realizzato, secondo il Vasari, da Arnolfo di Cambio. Al piano terra è presente un ampio porticato mentre al centro della parete posteriore emerge una torre merlata con doppio ordine di finestre.
La Basilica di Santa Maria delle Grazie fu costruita alla fine del Quattrocento per custodire un'immagine della Madonna molto venerata; al suo interno sono custoditi preziosi affreschi del XV secolo attribuiti al pittore Luberto da Montevarchi. Presso il Museo della Basilica è possibile ammirare una interessante raccolta di dipinti dal XV al XVII secolo tra i quali spicca una bellissima Annunciazione del Beato Angelico, opera giovanile dell'artista.
La Pieve di San Giovanni Battista, costruita nel XIV secolo e successivamente rimaneggiata, è preceduta da un portico decorato con tondi in stile robbiano. L'interno è molto semplice, ad una sola navata con copertura in legno.
Ha origini trecentesche anche la Chiesa di San Lorenzo, ad una sola navata, con interessanti affreschi del fratello minore del Masaccio, Giovanni di ser Giovanni, detto lo Scheggia, e sull'altare maggiore un trittico di Giovanni del Biondo.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 19.032 volte.

Carrello Contatti

Clicca sull'icona del carrello per creare una lista di strutture da contattare.

Scegli la lingua

italiano

english